Tribunale di Genova n. 363 del 6 Febbraio 2017

Ai sensi dell’art. 1118, quarto comma, c.c. il condomino può rinunciare all’utilizzo dell’impianto di riscaldamento centralizzato di riscaldamento se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. Trattasi di una facoltà il cui esercizio prescinde da una preventiva autorizzazione degli altri condomini, come del resto affermato dalla giurisprudenza formatasi prima dell’entrata in vigore della legge n. 220/2012 (Cass. n. 5974/2004 e n. 19893/2011).
Secondo la giurisprudenza (Cass. n. 16794/2007) l’indennità di sopraelevazione è dovuta dal proprietario dell’ultimo piano di un edificio condominiale non solo in caso di realizzazione di nuovi piani o di nuove fabbriche, ma anche per la trasformazione dei locali preesistenti mediante l’incremento delle superfici e delle volumetrie indipendentemente dall’aumento in altezza del fabbricato.

(art. 1118 c.c.)

 

Accedi per continuare a leggere